-- IL TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DEI PROCESSI E PER L'EFFICIENZA DELLE RISORSE - MODERA: FURIO CASCETTA --

Il controllo e la gestione delle risorse idriche in un consorzio di bonifica

Marco Del Panta - Ilihc Ghinello

23  ottobre  2019, ore 11:40, Sala Galileo

Azienda: Progea Consorzio della Bonifica Renana

Atti del Convegno

Scarica la Presentazione in PDF


Il progetto in questione nasce dall’esigenza crescente da parte del Consorzio della Bonifica Renana di perseguire una politica di ottimizzazione e risparmio della risorsa idrica in un contesto di impegno quotidiano per la difesa del territorio.

Per raggiungere l’obiettivo, sfidante per l’agricoltura del futuro, il Consorzio ha programmato l’istallazione di organi di regolazione e misura dell’acqua derivata dal Canale Emiliano Romagnolo che gli consentiranno un controllo continuo e puntuale dell’acqua derivata. Questi organi di regolazione, di varie tipologie in funzione delle caratteristiche applicative, sono delle isole d’automazione che debbono essere controllate da remoto. Questi dispositivi sono equipaggiati con apparati di comunicazione con un protocollo poco diffuso che lo rende di fatto difficilmente interconnettibile. L’esigenza del Consorzio è quella di mantenere il sistema SCADA esistente per cui si è provveduto ad implementare un OPC UA server che ha permesso di connettere i vari organi di regolazione allo SCADA consortile che supporta nativamente il protocollo OPC UA che rappresenta lo stato dell’arte dell’apertura dei sistemi di controllo. Nel contempo si è provveduto ad aggiornare il supervisore assicurando la connessione in mobilità tramite la tecnologia HTML5.

Il risultato ottenuto è quello che il Consorzio ha salvaguardato l’investimento già fatto aggiungendo la capacità di controllare da remoto questi nuovi organi di regolazione. 

La progressiva implementazione di organi di regolazione automatici dislocati sul territorio accresce ed accrescerà considerevolmente la capacità della Bonifica Renana di gestire la distribuzione dell’acqua irrigua ed è una necessità sempre più attuale anche in considerazione dei cambiamenti climatici in atto. 

Al termine dell’intervento il Consorzio della Bonifica Renana sarà sempre più all’avanguardia nel controllo e gestione della risorsa idrica.

Il progetto in questione nasce dall’esigenza crescente da parte del Consorzio della Bonifica Renana di perseguire una politica di ottimizzazione e risparmio della risorsa idrica in un contesto di impegno quotidiano per la difesa del territorio.

Per raggiungere l’obiettivo, sfidante per l’agricoltura del futuro, il Consorzio ha programmato l’istallazione di organi di regolazione e misura dell’acqua derivata dal Canale Emiliano Romagnolo che gli consentiranno un controllo continuo e puntuale dell’acqua derivata. Questi organi di regolazione, di varie tipologie in funzione delle caratteristiche applicative, sono delle isole d’automazione che debbono essere controllate da remoto. Questi dispositivi sono equipaggiati con apparati di comunicazione con un protocollo poco diffuso che lo rende di fatto difficilmente interconnettibile. L’esigenza del Consorzio è quella di mantenere il sistema SCADA esistente per cui si è provveduto ad implementare un OPC UA server che ha permesso di connettere i vari organi di regolazione allo SCADA consortile che supporta nativamente il protocollo OPC UA che rappresenta lo stato dell’arte dell’apertura dei sistemi di controllo. Nel contempo si è provveduto ad aggiornare il supervisore assicurando la connessione in mobilità tramite la tecnologia HTML5.

Il risultato ottenuto è quello che il Consorzio ha salvaguardato l’investimento già fatto aggiungendo la capacità di controllare da remoto questi nuovi organi di regolazione.

La progressiva implementazione di organi di regolazione automatici dislocati sul territorio accresce ed accrescerà considerevolmente la capacità della Bonifica Renana di gestire la distribuzione dell’acqua irrigua ed è una necessità sempre più attuale anche in considerazione dei cambiamenti climatici in atto.

Al termine dell’intervento il Consorzio della Bonifica Renana sarà sempre più all’avanguardia nel controllo e gestione della risorsa idrica.

 

Torna al Programma